Loading...
Home 2018-04-03T07:35:57+00:00

La Storia

Salaparuta è un paese di 1800 abitanti che fonda la sua economia sull’agricoltura. È un paese ricco di trascorsi storici le cui radici risalgono al neolitico, come testimoniano le pietre sacre e gli altari primitivi rinvenuti sul monte Balatizzo. Essendo questo un territorio molto fertile e ricco di sorgenti idriche, fu conteso nel corso dei secoli da diversi popoli, quali i Sicani, che furono i primi abitanti, e i Romani la cui presenza è testimoniata dai resti di una fattoria ritrovata in contrada Cusumano dove sorge il centro abitato.

Nel 827 ebbe inizio la dominazione Araba in Sicilia che contribuì alla fondazione di quattro casali tra cui Rahal el Merath e Salah, dai quali prese origine il paese.  Successivamente sotto la denominazione Normanna con Federico II, Salaparuta ottenne il titolo di comune ma soltanto con il Barone Girolamo Paruta, nel 1507, prese il nome di Sala di Paruta e conseguentemente di Salaparuta.

Ai Paruta succedettero gli Alliata che assumeranno il titolo di Duca di Salaparuta. Poche tracce di un così ricco passato storico rimangono dopo il sisma del 1968 che distrusse completamente il paese, i cui ruderi sono visibili ancora oggi.

Si può ammirare, infatti, il rifacimento parziale della Chiesa Madre, gioiello del barocco siciliano, il Convento dei Cappuccini, recentemente restaurato, i resti del castello federiciano costruito sulle fondamenta arabe.

La DOC

Accanto alla ricostruzione edilizia, la cittadina si è impegnata nello sviluppo economico, basato principalmente sulla viticoltura; con i suoi 450 produttori e 1.500 ettari coltivati a vigneto, dispone di un potenziale vitivinicolo che gli permette di entrare a pieno titolo fra i territori più vo­cati dell’enologia italiana, raggiungendo un importante riconoscimento con la D.O.C. dei vini “Salaparuta”.

Questo traguardo consente di posizionare i vini in un gradino più elevato della piramide qualitativa e di considerare il comune di Salaparuta quale territorio fortemente dedito alla produzione di vini di alta qualità.

Diverse sono le Cantine Sociali e le aziende private presenti sul territorio, che animate dalla voglia di raccontare il territorio al consumatore, si sono associate al Consorzio Volontario per la Tutela e la Valorizzazione dei vini D.O.C. Salaparuta che ha il compito di promuovere, tutelare e valorizzare i propri vini. Con decreto 8 febbraio 2006 il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali ha riconosciuto la Denominazione di Origine Controllata dei vini “Salaparuta” ed ha approvato il relativo disciplinare di produzione.

www.vinivaccaro.it
www.viniscaliaoliva.com
www.ippolitovini.com
www.villascaminaci.it
www.bruchicellovini.it
www.bagliosanvito.com
www.cantinagiacco.it

Premi e riconoscimenti

Contattaci per maggiori info o venirci a trovare

CONTATTACI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi